Materie Prime

ABANOSPA«: INGREDIENTI UNICI DELLE THERMAE ABANO MONTEGROTTO

 

MICROALGHE: ETS03, ETS05, ETS08

I microorganismi di origine vegetale, esclusivi dell’ambiente termale Euganeo, presenti all’interno delle acque e dei fanghi termali, sono stati isolati e caratterizzati dal punto di vista biologico presso il laboratorio di Algologia dell'Università di Padova. Da questi, sulla base dei principi attivi in essi contenuti, sono stati selezionati tre ceppi da inserire all’interno di formulazioni cosmetiche denominati ETS03, ETS05, ETS08 (dall'acronimo Euganean Thermal Springs). Gli esiti positivi di questa ricerca hanno portato allo sviluppo di una metodologia di allevamento massivo specifica per ogni singolo organismo. Grazie a questi risultati è stata avviata la produzione della linea cosmetica Thermal5Colours®, i cui principi benefici derivano proprio dalle sostanze contenute nei tre microrganismi citati.

L’ACQUA TERMALE EUGANEA

Dai Monti Lessini, nelle Prealpi, attraverso il sottosuolo e la roccia calcarea, a 3000 metri di profondità, l’Acqua Termale Euganea, che compone Thermal5Colours®, prende vita, sgorgando nei suggestivi territori delle Terme Euganee. Ci vogliono 30 anni di silenzioso fluire perché quest’acqua prodigiosa si arricchisca via via di sali minerali (cloruro di sodio, iodio e bromo soprattutto) fino a diventare acqua salso-bromo-iodica ipertermale e raggiungere così la superficie a 87° C. Il culto delle Terme Euganee si celebra così in un ricco comprensorio termale, luogo d’eccellenza per l’ospitalità e il recupero delle energie fisiche ed emotive e, proprio qui, l’acqua termale esprime la sua formula unica venendo convogliata direttamente all’interno degli alberghi del comprensorio.

Quest’acqua è preziosa per la balneoterapia, praticata in tutti gli stabilimenti delle Terme Euganee e convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale. Oltre a ciò, è indispensabile per la maturazione del Fango Termale Euganeo e per la formazione di microalghe, quali Diatomee e Cianoficee, che si sviluppano nel particolare micro-clima di Abano e Montegrotto e ne costituiscono la componente biologica.

IL FANGO TERMALE EUGANEO

L'argilla (fango vergine) estratta dai laghetti di Arquà Petrarca e Lispida, nel comprensorio del bacino Termale Euganeo, in tempi e quantità stabiliti con legge regionale, viene fatta maturare per un periodo di 60 giorni all’interno di vasche di acqua termale collocate all’interno di ogni stabilimento termale e monitorate periodicamente. Il fango di Abano Montegrotto assume, così, caratteristiche chimico-fisico-biologiche uniche e tali da renderlo un preparato terapeutico ad elevata azione antinfiammatoria. Una volta maturato, il fango termale di Abano Montegrotto, formato da un insieme di elementi naturali, solidi, liquidi e biologici che lo rendono unico al mondo, è pronto per essere utilizzato a fini terapeutici nello stabilimento termale (autorizzato all’esercizio ai sensi della LR 22/02 dalla Regione del Veneto) di cui ogni albergo di Abano e Montegrotto è dotato.

Il fango di Abano Montegrotto è stato oggetto di studi e ricerche fin dall’antichità. Dagli anni ‘90, grazie alle indagini condotte dall’Università di Padova e dal Centro Studi Termali Pietro D’Abano, sono stati prodotti studi che hanno consentito di arrivare, nel 2013, alla registrazione di un brevetto europeo, unico nel suo genere, sull’attività antinfiammatoria del fango termale. In particolare, nel 2005 uno studio condotto con l’Istituto Mario Negri, ha dimostrato la pari efficacia nella riduzione dell’infiammazione tra la fangoterapia a base di fango maturo di Abano Montegrotto e le terapie a base di FANS. Il trattamento a base di fanghi, inoltre, non genera effetti collaterali a danno dell’apparato gastrointestinale, come può accadere con l’utilizzo continuativo di farmaci. La capacità antinfiammatoria del fango di Abano Montegrotto è dovuta alla presenza di particolari microrganismi che colonizzano il fango, tra cui in particolare un ciano batterio denominato Phormidium SP ETS05 (acronimo di “Euganea Thermal Spring”), titolare di un Brevetto Europeo - depositato all’Istituto Pasteur di Parigi - che ha consentito di classificare il fango termale di Abano Montegrotto come farmaco naturale.

Per garantire l’efficacia terapeutica del Fango Termale di Abano Montegrotto, l’Università di Padova effettua un monitoraggio semestrale presso ogni singolo stabilimento termale, con l’obiettivo di controllare la provenienza e il rispetto del processo di maturazione e del protocollo operativo. La fangoterapia, viene praticata in tutti gli stabilimenti delle Terme Euganee ed è convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale.